PROTESI OCULARI2022-01-26T11:51:48+01:00

Presso i nostri studi di Palermo, Marsala e Catania è possibile effettuare su appuntamento la visita per la realizzazione della PROTESI OCULARE.

I nostri centri infatti sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale e con l’INAIL permettendo al paziente di ottenerle a costo zero

Le nostre protesi oculari sono di altissima qualità, resistenti nel tempo, realizzate con materiali privi di tossicità per le mucose, vengono progettate e realizzate con resine biocompatibili e dipinte a mano con sistemi innovativi che conferiscono una naturalezza alla protesi e un senso di profondità fondamentale per un effetto finale sorprendente. Rispettando i parametri volumetrici e morfologici della cavità oculare si garantisce in molti casi:

  • un pieno comfort nell’utilizzo
  • un movimento della protesi più naturale
  • effetto finale simile all’occhio adelfo
  • ottimo risultato estetico
  • assenza di intolleranza

Tutte le protesi oculari sono realizzate sulla base di un impronta della cavità orbitaria che la ospiterà o tramite l’impiego di protesi provvisorie che offrono da subito la possibilità al paziente di apprezzarne il comfort, la tollerabilità e l’effetto estetico.

La fase successiva è la costruzione presso il nostro laboratorio interno di un modello provvisorio molto utile per valutare le caratteristiche finali.

La fase conclusiva prevede l’applicazione della protesi definitiva che garantirà un effetto sorprendente, grazie alle caratterizzazioni della superficie sclerale e alla colorazione dell’iride che sarà paragonabile all’occhio adelfo.

Le protesi oculari sono consegnate in tempi rapidi e vengono realizzate presso i nostri laboratori partner altamente specializzati in protesica con più di 30 anni di esperienza, autorizzati dal Ministero della Salute e certificati da enti di vigilanza sulla qualità.

La protesi oculare è un dispositivo medico su misura che realizziamo nel rispetto dei requisiti di sicurezza previsti dalla Direttiva CEE n.42/93 e dal Decreto legislativo n.46/97.

PROTESI OCULARI CERTIFICATE E A COSTO ZERO PERCHÈ A TOTALE CARICO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

PROTESI OCULARI A COSTO ZERO PERCHÈ A TOTALE CARICO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Il nostro centro è convenzionato con IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per la fornitura di:
Protesi oculari per cavità anoftalmiche
Protesi oculari sclerali a guscio
Protesi oculari mobili con impianto e peduncolate

ISTRUZIONI DI MANUTENZIONE e DOMANDE FREQUENTI

Come devo pulire la mia protesi oculare?
L’occhio artificiale deve essere pulito almeno una volta al giorno. La cosa migliore è metterlo dentro un recipiente contenente acqua tiepida. In caso di sporco ostinato lasciare l’occhio artificiale per circa 10 minuti in una soluzione contenente 1 cucchiaino di sale da cucina in 1 litro d’acqua. Dopodiché pulire accuratamente con una spazzola morbida. Dopo essere stata tolta dalla soluzione salina, la protesi deve essere lavata di nuovo accuratamente con acqua pulita.

Quando si va a dormire bisogna togliere la protesi oculare?
È possibile lasciare la protesi nella cavità oculare e la si può rimuovere soltanto per pulirla fintantoché la cosa risulta confortevole. Se non si indossa la protesi durante la notte, la si deve pulire e conservare asciutta in un recipiente chiuso. In determinati casi è consigliabile non indossare la protesi durante la notte. L’ocularista fornirà indicazioni specifiche per ogni singolo caso.

Quando si può inserire la prima protesi dopo un’enucleazione?
È possibile adattare la prima protesi dopo circa 2-4 settimane dopo l’enucleazione, secondo il consiglio del medico. È consigliabile indossare una protesi oculare non solo per motivi estetici ma anche per motivi di salute. Tenere anche presente che una cavità oculare lasciata vuota per lungo tempo può restringersi.

Quanto tempo occorre per realizzare una protesi oculare?
Una protesi provvisoria viene realizzata in presenza del paziente e può essere subito provata già durante la prima visita, successivamente verrà rifinita e normalmente al secondo incontro la protesi può essere consegnata.

L’adattamento e l’inserimento di una protesi oculare sono dolorosi?
L’adattamento di una protesi oculare non provoca nessun dolore e anche la manipolazione quotidiana della protesi si impara facilmente.

La protesi si muoverà nella cavità oculare come l’occhio naturale?
Affinché l’occhio artificiale si muova in modo naturale è essenziale che sia presente i muscoli oculari e che la cavità oculare sia conformata. In presenza di questi presupposti si può ottenere una mobilità molto buona della protesi.

CODICI DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO PER LA PRESCRIZIONE DELLE PROTESI OCULARI

PROTESI IN RESINA PER CAVITÀ ANOFTALMICA SEMPLICE (COD. 06.30.21.021)

Esempio di prescrizione
Codice ISO – Descrizione
06.30.21.042 – Impostazione cavitaria
06.30.21.048 – Protesi provvisoria in resina
06.30.21.021 – Protesi in resina per cavità anoftalmica semplice

PROTESI IN RESINA A GUSCIO PER RICOPRIMENTO DI BULBO SUBATROFICO E/O PER CAVITÀ INSUFFICIENTE (COD. 06.30.21.027)

Esempio di prescrizione
Codice ISO – Descrizione
06.30.21.042 – Impostazione cavitaria
06.30.21.048 – Protesi provvisoria in resina
06.30.21.027 – Protesi in resina a guscio per cavità insufficiente

PROTESI MOBILE IN RESINA PER INTERVENTI SPECIALI, PEDUNCOLATA O PER ENDOPROTESI (COD. 06.30.21.030)

Esempio di prescrizione
Codice ISO – Descrizione
06.30.21.042 – Impostazione cavitaria
06.30.21.048 – Protesi provvisoria in resina
06.30.21.030 – Protesi mobile in resina per interventi speciali, peduncolata o per endoprotesi

PROTESI PROVVISORIA IN RESINA (COD. 06.30.21.048)

IMPOSTAZIONE CAVITARIA (COD. 06.30.21.042)

Torna in cima